Inveruno - Risalgono i contagi,
Stop fino al 19 dicembre alle attività sportive
per i ragazzi delle elementari e medie

coronavirus

Inveruno - Risalgono I contagi, stop in via precauzionale alle attività sportive per i ragazzi delle elementari e medie fino al 19 dicembre. Obbligo mascherine fino a giovedì 6 gennaio anche all’aperto nei luoghi di maggiore assembramento.

Stop allo sport per i bimbi di elementari e medie

I contagi stanno risalendo anche a Inveruno e il sindaco, Sara Bettinelli, prende misure drastiche in via precauzionale. Ad annunciarlo è lo stesso sindaco nei giorni scorsi sui social: “Visto il repentino evolversi della situazione, che in questi giorni sta interessando principalmente le fasce più giovani della nostra popolazione, è stata disposta in via precauzionale la sospensione delle attività sportive per i giovani che interessano le fasce di età scolare - elementare e media - fino al giorno 19 dicembre. Il tutto viene disposto al fine di contenere la diffusione del virus Covid 19. Stiamo monitorando la situazione, ma è necessario che ciascuno faccia la propria parte. Prestiamo attenzione ai nostri comportamenti quotidiani e osserviamo i protocolli in vigore”.

Obbligo mascherine

Altra ordinanza riguarda l’obbligo delle mascherine. Fino a giovedì 6 gennaio bisognerà rispettare alcune regole. Nella fascia oraria compresa tra le 10 e le 22, oltre che dalle ore 22 di venerdì 24 dicembre alle ore 2.00 di sabato 25 dicembre nelle vie e piazze cittadine, in ogni situazione in cui sussiste rischio concreto di assembramento; durante lo svolgimento, nelle aree pubbliche interessate da: mercato settimanale comunale, eventi, manifestazioni, oltre che in occasione dell’ingresso e uscita verso e dai plessi scolastici comunali. I bambini di età inferiore ai 6 anni e le persone con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina non hanno l’obbligo di indossarla. La Polizia locale effettuerà i controlli.

La situazione Covid

Al 9 dicembre, i positivi sono 65, 130 sono i cittadini in quarantena obbligatoria. Spiega Sara Bettinelli: "Un concittadino positivo è ricoverato in una struttura ospedaliera del territorio. 130 sono i concittadini in quarantena obbligatoria. Questo incremento è dato dall’ufficializzazione da parte di Ats della messa in quarantena di tre classi della nostra scuola elementare". Sono due le persone ufficialmente guarite. Le fasce di età delle persone positive segnano ben 18 bimbi fino ai 10 anni, 5 di età compresa tra gli 11 e i 20 anni, 2 nella fascia di età 21-30, 8 nelle fasce di età comprese tra i 31 e i 40 anni e 6 tra i 51 e i 64 anni, 11 nella fascia di età compresa tra i 41 e i 50 anni e 15 le persone positive di oltre 65 anni.


Redazione

Condividi questo articolo su:

Sommario: