Cerro Maggiore - Via a un nuovo progetto per tornare a sorridere dopo il cancro al seno

cuore

Cerro Maggiore - Un nuovo progetto per la lotta contro il cancro al seno. Protesine in 3D create artigianalmente e in materiali anallergici per ridare il sorriso alle donne che hanno subito intervento di mastectomia. Ne parliamo con Sonia Granziera, estetista che si occupa di dermopigmentazione estetica.

Il progetto

Sonia, abita in provincia di Milano, a Cerro Maggiore. Si occupa di estetica da ormai 25 anni, in particolare di dermopigmentazione. Da qualche tempo, però, ha scelto di far parte di un progetto, Xtrude, per costruire artigianalmente protesi esterne per le donne che hanno subito interventi di mastectomia. Spiega Sonia: “È con grande emozione che parlo di un progetto molto importante, che potrà portare un sorriso alle donne che hanno perso il complesso areola-capezzolo nella lotta contro il cancro. Un progetto nato dalla tenacia, dall'amore e dalla genialità di un grande maestro dermopigmentista che è Ennio Orsini. Non si tratta però di dermopigmentazione (tatuaggio); quella tra impedimenti normativi etc già si effettua da tempo. Si tratta di una soluzione totalmente indolore e di una naturalezza incredibile: protesine in 3D completamente create e rifinite artigianalmente, in materiali anallergici e biocompatibili, di facilissima gestione e a lunga tenuta (sport, acqua, solleciti meccanici). Vengono create a partire da un calco del capezzolo esistente (in caso di perdita monolaterale) oppure scegliendo il modello attraverso un banco dei calchi creato appositamente per fare si che ogni donna possa scegliere e ritrovare l'immagine che più le appartiene. Resto a disposizione per qualsiasi informazione, sperando che questo progetto possa essere divulgato il più possibile, per fare si che ogni donna possa sentirsi ‘come un fiore che sboccia di nuovo’”.

Tornare a sorridere

Sonia ha scelto di creare queste protesi insieme ad altre operatrici. Il loro sorriso si accende ogni volta che restituiscono sorrisi alle donne che hanno subito l’intervento. Spiega Sonia emozionata: “Ho scelto di portare avanti questo progetto perché vorrei che le donne che hanno questo vissuto possano trovare una soluzione indolore, che non porti loro altre sofferenze, per potersi rivedere il più possibile come erano prima”. Per info chiamare al numero 3470708563.


Redazione

Condividi questo articolo su:

Sommario: