Buscate - Furto al Buscate calcio
La rabbia dei residenti

ladro

Buscate - Furto alla sede del Buscate Calcio. I malviventi hanno spaccato i vetri della porta d’ingresso, danneggiando la sede della società. Da rubare hanno trovato ben poco e si sono dovuti accontentare di qualche bottiglia di amaro. Rabbia fra i cittadini.

Il fatto

Uno dei membri della società ha reso pubblica la notizia sui social: “Regalo di Natale in anticipo al Buscate calcio... Per l'ennesima volta in pochi mesi qualcuno è di nuovo entrato a rubare e fare danni Qualcuno molto furbo, che è a conoscenza delle telecamere e le ha evitate”. I malviventi si sarebbero introdotti nella notte tra venerdì 3 dicembre e sabato 4 dicembre. Non è la prima volta che persone si introducono nella sede di via Manzoni. In questo caso, hanno spaccato i vetri della porta d’ingresso, introducendosi nella struttura. All’interno, hanno messo la sede a soqquadro alla ricerca di qualcosa da rubare e, non trovando nulla di interessante, si sono dovuti accontentare di alcune bottiglie di amaro. Potrebbe trattarsi di una banda di ragazzini ma ancora non ci sono notizie certe e le indagini sono in corso.

La rabbia dei residenti

I residenti hanno accolto la notizia con rabbia. Commentano alcuni sui social: “Sacrilegio. È come rubare in chiesa. Altri hanno suggerito di spostare le telecamere in un punto differente, meno visibile. Commenta una ragazza: “Rattrista pensare che si cerchi di rubare o comunque si facciano danni anche alla sede di società sportive che si occupano di far crescere i nostri giovani. Il fatto che sia quasi Natale rattrista ancora di più, ma alla base dovrebbe esserci un lavoro che vada a puntare sulla consapevolezza dell’importanza di trattare con rispetto gli altri e l’ambiente in cui viviamo”. Commenta una signora: “Ritengo che sia stato compiuto un atto vergognoso. Che si sia trattato di una ragazzata aggrava ulteriormente la situazione. I nostri ragazzi non devono ridursi a compiere questi gesti perché non hanno altro da fare. Diamo loro dei passatempi più intelligenti e costruttivi che andare in giro a rompere finestre e sfasciare proprietà altrui”.


Sara Riboldi

Condividi questo articolo su:

Sommario: